Pubblica Amministrazione: Licenziabile il dipendente Pa che si prostituisce su Internet PDF Stampa E-mail
Pubblica Amministrazione

Nessuna discriminazione basata sull'orientamento sessuale, ma licenziamento legittimo per il dipendente pubblico che si prostituisce sui siti Internet provocando un danno alla Pubblica amministrazione. Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza 12898 depositata il 22 giugno.

Il verdetto dei giudici trae origine dalla vicenda di un tecnico informatico di tendenze omosessuali, dipendente della Provincia del Verbano Cusio Ossola, licenziato dall'ente per aver offerto le proprie prestazioni sul web.

Secondo la Cassazione si è trattato di un licenziamento per giusta causa, che punisce comportamenti tenuti dal dipendente al di fuori dell'attività di lavoro, ma ritenuti tali da influire sugli obblighi che da tale rapporto professionale derivano. Nell'offrire le proprie prestazioni sessuali a pagamento su alcuni siti ad hoc, attraverso la pubblicazione di annunci corredati da foto personali, tariffario, rimborso spese, il dipendente (che nella propria descrizione, peraltro, non aveva mancato di definirsi civil servant), ha infatti assunto «un comportamento lesivo dell'immagine dell'ente».

I giudici ribadiscono con assoluta chiarezza che non è possibile ancorare il licenziamento ad alcun riferimento “neppure remoto” di natura discriminatoria.

Proprio su questo aspetto, infatti, aveva insistito il dipendente chiedendo alla Provincia di accertare che il licenziamento incassato non traesse origine dalle proprie abitudini sessuali e avanzando una richiesta di reintegro, con conseguente risarcimento. Ma i giudici sono tranchant nel ribadire che il motivo è infondato e che il provvedimento è stato assunto «esclusivamente in relazione all'attività di prostituzione pubblicamente esercitata» dal dipendente.

Fonte: ilsole24ore.com

 

Aggiungi commento

Per lasciare un vostro commento se siete degli utenti registrati dovete prima autenticarvi nel sito dall'area di login.
Se invece non siete registrati a questo sito dovete inserire obbligatoriamente un nome ed un indirizzo e-mail valido.
I commenti sono moderati dall'amministratore.


Codice di sicurezza
Aggiorna

Joomla SEO powered by JoomSEF

Seguici su Facebook

Centro clinico di psicoterapia Arianna-min

Area Riservata Soci

Entra nell'area riservata ai Soci e consulta il materiale pubblicato




dal 16 gennaio 2006

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di più sui cookies leggi la nostra cookies policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information