Le news in dettaglio
Attualità: Insegnanti precari, 100mila assunzioni da settembre PDF Stampa E-mail
Attualità

La Camera ha detto si al decreto sulla "Buona Scuola”, che ora passa al vaglio del Senato. Dopo l’analisi dell’articolo 9 che fissa l’identikit dei nuovi dirigenti scolastici, l’articolo 10 della riforma vara il piano straordinario di assunzioni a tempo indeterminato a favore degli insegnanti precari, vincitori del concorso del 2012.

I contratti saranno attivati dal 1 settembre e riguarderanno anche gli iscritti nelle graduatorie ad esaurimento.

 
Pubblica Amministrazione: Audizioni in Commissione affari costituzionali della Camera PDF Stampa E-mail
Pubblica Amministrazione

La Commissione affari costituzionali della Camera prosegue le audizioni sul ddl di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche; sono intervenuti Gianfranco D'Alessio, professore ordinario di diritto amministrativo presso l'Università di Roma Tre, Carlo Deodato, consigliere di Stato, Alessandro Hinna, professore associato di organizzazione aziendale presso l'Università di Roma Tor Vergata.

Il provvedimento è collegato alla manovra di finanza pubblica e interviene su tutti gli aspetti dell'amministrazione. Il Governo è delegato ad intervenire su una serie di materie:

- erogazione di servizi da parte delle pubbliche amministrazioni con la finalità di garantire: il diritto di accesso dei cittadini e delle imprese ai dati, documenti e servizi di loro interesse in modalità digitale; la semplificazione dell'accesso ai servizi alla persona, riducendo la necessità di accesso fisico agli uffici pubblici.

 
Pubblica Amministrazione: Rinvio al 30 luglio per i bilanci locali e le aliquote di Imu e Tasi PDF Stampa E-mail
Pubblica Amministrazione

Proroga al 30 luglio per i bilanci preventivi degli enti locali, e quindi anche per le decisioni sulle aliquote di Imu, Tasi e addizionale Irpef e per le tariffe dei servizi, ma niente rinvio ex post dei termini per consuntivi e riaccertamento straordinario dei residui, scaduti al 30 aprile. Si chiude con un pareggio la partita sul calendario giocata da sindaci e Governo in conferenza Unificata, dopo lo slittamento di un’altra settimana deciso per il decreto chiamato a risolvere le tante questioni ancora aperte per i conti comunali: una di queste, cioè la ripartizione dei tagli da 900 milioni (più 100 milioni nei territori a Statuto speciale) chiesti dall’ultima manovra a Province e Città metropolitane ha finalmente trovato pace nella conferenza, nel corso della quale gli amministratori locali hanno anche dato il via libera al decreto con le tabelle di equiparazione per la mobilità dei dipendenti pubblici, essenziale per avviare davvero l’operazione-Province. Ma andiamo con ordine.

Bilanci e scadenze

 
Pubblica Amministrazione: Semplificare per innovare. Il disegno di legge di Riorganizzazione delle PA PDF Stampa E-mail
Pubblica Amministrazione

È stato licenziato dal Senato lo scorso 30 aprile il nuovo testo proposto dalla Commissione Permanente “Affari costituzionali, affari della Presidenza del Consiglio e dell’interno, ordinamento generale dello Stato e della Pubblica Amministrazione” per il disegno di legge di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche.

Presentato il 23 luglio 2014 e assegnato alla 1° Commissione Permanente in sede referente il 5 agosto 2014, il d.l. d’iniziativa governativa, “diretto a semplificare l’organizzazione della pubblica amministrazione rendendo più agevoli e trasparenti le regole che ne disciplinano i rapporti con il privato cittadino, le imprese e i suoi dipendenti”, si presenta, dopo nove mesi dalla sua originaria stesura, significativamente modificato.

Quattro Capi, diciotto articoli. Questa la struttura del testo proposto, rinominato “Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle pubbliche amministrazioni”, in considerazione del fatto che, seguendo una tecnica legislativa ben nota, su queste effettivamente il d.l. risulta costruito e a queste dovrà la sua attuazione.

 
Pubblica Amministrazione: Per visite mediche ed esami torna l'assenza per malattia - Il cambio di rotta parte dal ministero della Salute PDF Stampa E-mail
Pubblica Amministrazione

Il ministero della Salute corre ai ripari con una direttiva (la n0014368 firmata il 24 aprile scorso) dopo l'annullamento da parte del Tar Lazio (sentenza 5714/15; si veda Il Quotidiano degli enti locali e della Pa del 21 aprile) della circolare 2/14 del dipartimento della Funzione pubblica. Si tratta della circolare con cui il Dipartimento ha ritenuto che, dopo l'entrata in vigore dell'articolo 55 septies, comma 5 ter, del Dlgs 165/2001 (introdotto dalla riforma di cui alla legge 125/2013), i pubblici dipendenti con necessità di eseguire visite mediche di controllo, in assenza di patologie in atto, dovessero fruire dei tre giorni di permesso per gravi motivi personali oppure di altre tipologie di permesso variamente denominate dai contratti collettivi nazionali vigenti.

Le nuove istruzioni

 
INPS: online il simulatore per il calcolo della pensione PDF Stampa E-mail
Inps

L’Inps ha introdotto un nuovo servizio on-line, denominato “La mia pensione”, per simulare quella che sarà presumibilmente la pensione che si riceverà al termine della attività lavorativa.

Il calcolo della pensione tiene conto della normativa attualmente in vigore e si basa su 3 fondamentali elementi:

  1. l’età,
  2. la storia lavorativa,
  3. la retribuzione/reddito.
 
Attualità: Reddito minimo garantito ai senza lavoro PDF Stampa E-mail
Attualità

Prosegue il botta e risposta tra il Presidente dell’INPS Tito Boeri e il Ministro del Welfare Giuliano Poletti in tema di reddito minimo garantito ai disoccupati.

Secondo la proposta avanzata da Boeri, che sarà presentata al Governo a giugno, dovrebbe essere introdotta la concessione di un reddito minimo garantito a favore delle persone tra i 55 e 65 anni che si trovano senza un impiego e che hanno difficoltà a reinserirsi nel mercato del lavoro.

 
Pubblica Amministrazione: Anac, così i dipendenti pubblici segnaleranno i colleghi «corrotti» PDF Stampa E-mail
Pubblica Amministrazione

Se tutti i dipendenti pubblici devono trasformarsi in "sentinelle anticorruzione", la riservatezza di chi segnala possibili reati ha bisogno di una tutela «effettiva ed efficace», e non di una protezione «generale e astratta» come quella prevista dalla legge anticorruzione e rilanciata dal decreto sulla Pa della scorsa estate.

I contenuti

 
Pubblica Amministrazione: Delega Pa, ok ma ritocchi in vista PDF Stampa E-mail
Pubblica Amministrazione

Meno burocrazia, con dirigenti licenziabili e vincolati a incarichi quadriennali prorogabili di due anni per una sola volta. Più efficienza nel pubblico impiego con azioni disciplinari non più “congelabili” senza l’esclusione del licenziamento e con una stretta sulle assenze per malattia con l’attribuzione di poteri controllo all’Inps. Possibilità di “staffetta generazionale” ma solo in versione ultra-soft. Carta della cittadinanza digitale con la nascita di un nuovo dirigente hi-tech. Riorganizzazione della macchina statale con il taglio di Prefetture e la fusione del Corpo forestale dello Stato in una sola altra forza di Polizia.

 
INPS: pensione più lontana di 5 mesi dal 2019 PDF Stampa E-mail
Inps

La prima legge che assicurava ai lavoratori dipendenti un diritto a pensione fu promulgata dal cancelliere Bismarck nel 1889. A quel tempo l’aspettativa di vita (circa 48 anni) era notevolmente inferiore rispetto al requisito anagrafico richiesto per percepire la pensione (70 anni) e, quindi, i lavoratori passavano, nella maggioranza dei casi, a miglior vita senza ricevere nulla di quanto versato. Il dubbio che sia forse questo l’infausto disegno sotteso alla riforma Fornero, con l’obiettivo di azzerare la spesa pensionistica e portare in avanzo il bilancio dell’Inps, appare sempre più fondato.

 
Curiosità: Indagini Gdf per calcolare il mantenimento PDF Stampa E-mail
Varie

Delega ad ampio raggio alla Guardia di finanza per ricostruire il patrimonio e la capacità “contributiva” dell’ex-coniuge ai fini dell’assegno di mantenimento che egli è tenuto a versare. I militari possono utilizzare tutte le banche dati pubbliche e devono trovare elementi del patrimonio dell’interessato anche se sono intestati a terzi. Così il Tribunale di Milano (ordinanza del 3 aprile 2015, giudice Buffone) ha interpretato le innovazioni introdotte dalla riforma della filiazione (legge 162/2014), che riguarda anche l’acquisizione dei dati reddituali delle parti processuali, incrementando l’efficacia delle indagini patrimoniali, nei processi di separazione e di divorzio.

 
Pubblica Amministrazione: Province e mobilità, online la lista degli esuberi PDF Stampa E-mail
Pubblica Amministrazione

Il Governo ha predisposto un’applicazione informatica per gli enti pubblici chiamati a indicare i nomi dei dipendenti in esubero: il sito mobilità.gov.it, infatti, è stato creato per raccogliere i dati sulla "ricollocazione del personale mediante i processi di mobilità”, iniziando dai lavoratori attivi nelle Province.

Questa funzionalità, come si legge sul portale:

 
Attualità: Jobs Act, se l’impresa licenzia tutti e poi riassume col nuovo contratto PDF Stampa E-mail
Attualità

Ormai è chiaro a tutti: con il Jobs Act ci sarà un’impennata delle assunzioni. Ma il modo in cui questi nuovi posti saranno assicurati, resta ancora tutto da valutare, visto l’impatto del nuovo contratto a tutele crescenti, entrato in vigore appena lo scorso 7 marzo e già foriero di preoccupazioni, soprattutto ai lavoratori.

L’ultima storia molto preoccupante arriva da Milano o, per essere precisi, parte da Milano e arriva al Mezzogiorno. Sì, perché, in breve, un’azienda ha deciso allegramente di licenziare 186 persone nel capoluogo lombardo e di assumerne molte altre in altre sedi del sud Italia, approfittando, da una parte delle agevolazioni contenute nella legge di stabilità e, dall’altra, dei minori vincoli contrattuali del Jobs Act.

 
Attualità: Seconda prova maturità 2015, simulazioni online PDF Stampa E-mail
Attualità

In vista dell’esame di maturità 2015, che avrà inizio il 17 giugno con la prima prova scritta, il Ministero dell’Istruzione ha reso disponibili online alcuni esempi relativi alla seconda prova, consentendo agli studenti di effettuare esercitazioni.

Si tratta di simulazioni inerenti solo alcuni specifici indirizzi di recente introduzione, effettivamente poveri di documentazione e indicazioni e proprio per questo destinatari degli aiuti messi a disposizione delle scuole con urgenza, tuttavia il Miur specifica che i materiali possono essere:

 
Cassazione: licenziamento del lavoratore per mancato superamento del periodo di prova PDF Stampa E-mail
Varie

Con la sentenza n. 8237 del 22 aprile 2015, la Corte di Cassazione ha affermato l’illegittimità del licenziamento motivato dal mancato superamento del periodo di prova, qualora il lavoratore abbia svolto già in altri periodi le medesime attività presso l’azienda, ciò anche se alle dipendenze di altra società appaltatrice presso la ditta che ora lo sta licenziando.

 
Roma Capitale: CCDI riaprono le trattative dopo il referendum- basta polemiche!! PDF Stampa E-mail
Roma Capitale

Sono riprese le trattative tra Amministrazione ed OO.SS. dopo la bocciatura del contratto con il referendum dello scorso mese di marzo 2015. Gli incontri da quanto appreso sono stati fino ad oggi poco costruttivi e conflittuali soprattutto tra le OO.SS. stesse, le quali tuttavia dovrebbero ricordare che solamente un  loro fronte comune nei confronti dell’Amministrazione Capitolina potrà consentire di conseguire risultati positivi per tutti i dipendenti e non solo per alcune categorie.

 
Roma Capitale: caos ed illegittimità negli incarichi dirigenziali – la CISL scrive al Sindaco PDF Stampa E-mail
Roma Capitale

La passata settimana l’O.S. CISL di Roma ha inviato al Sindaco Ignazio Marino una lettera aperta con la quale ha pesantemente stigmatizzato il comportamento dell’Amministrazione nei confronti della dirigenza capitolina, con una gestione pesantemente irregolare degli incarichi, che peraltro determina una situazione di confusione generale del Comune, che si sta vieppiù aggravando con grave nocumento per i servizi da garantire ai cittadini. Di seguito il testo della lettera trasmessa.

Gentile Sindaco, nel suo programma elettorale intitolato “Roma è vita” con il quale Lei è stato eletto Sindaco di questa città a proposito della trasparenza e dei dipendenti capitolini scriveva quanto segue:

 
Pubblica Amministrazione: Mobilità: tabelle di equiparazione confermano il caos inevitabile della riforma delle province PDF Stampa E-mail
Pubblica Amministrazione

Il caos sulle province è sempre più profondo ed evidente, anche se ancora gli esponenti del Governo si ostinano a negarlo.

Le tabelle di equiparazione tra i livelli di inquadramento dei dipendenti pubblici sono l’ultimo pezzo di un puzzle impazzito, sfuggito totalmente al controllo. E testimoniano l’ennesima volta che la legge 56/2014, di per sé una rideterminazione sgangherata dell’ordinamento locale e una negazione del diritto di voto dei cittadini, è stata persino peggiorata dalla legge 190/2014.

Quest’ultima ha, infatti, spezzato irrimediabilmente il minimo filo di coerenza che la legge Delrio aveva impostato, contenuto nell’articolo 1, commi 92[1] e 96, lettera a)[2], della sua legge. Tali disposizioni, per capire in estrema sintesi, avevano posto un principio di assoluta simmetria tra funzioni provinciali non fondamentali da trasferire ad altri enti (regioni, comuni e loro forme associative) e risorse finanziarie, economiche, patrimoniali e personale necessari per gestirle. Insomma, se una provincia avesse speso, per esempio, 1 milione per gestire il turismo, la legge 56/2014 stabiliva che questo milione, la fonte di finanziamento, gli uffici, le dotazioni ed il personale passassero integralmente alla regione o (pro quota) ai comuni subentranti.

La legge 56/2014, attraverso l’articolo 1, commi 92 e 96, lettera a), nella sostanza aveva impostato la traslazione delle funzioni non fondamentali delle province verso gli enti destinatari di esse a seguito del riordino come si trattasse di una vera e propria cessione di ramo d’azienda.

 
Pubblica Amministrazione: Nuove regole per i concorsi pubblici PDF Stampa E-mail
Pubblica Amministrazione

La Commissione Affari Costituzionali del Senato ha approvato la parte della Delega PA relativa ai concorsi pubblici per accedere al pubblico impiego: numerose le novità introdotte, come annunciato precedentemente dal Ministro Marianna Madia.

A cambiare sarà il numero degli idonei, per i quali sarà imposto un tetto massimo al fine di evitare la formazione di graduatorie eccessivamente ampie. Una delle possibilità potrebbe essere la determinazione del numero massimo di idonei sulla base di una specifica "quota percentuale dei posti messi a concorso”.

 
Pubblica Amministrazione: Armonizzazione, pubblicato il testo definitivo del decreto sul ripiano degli extradeficit PDF Stampa E-mail
Pubblica Amministrazione

Il ministero dell'Economia ha pubblicato il testo definitivo del decreto attuativo sulle modalità di ripiano degli extradeficit prodotti dalla riforma dei bilanci.

La nuova contabilità, in vigore dal 1° gennaio 2015 in tutti gli enti locali, impone alle amministrazioni locali di passare al setaccio i vecchi residui cancellando quelli che non hanno possibilità di trasformarsi in incassi reali, e questo può aprire disavanzi aggiuntivi nei conti degli enti. Il decreto fissa tempi e modalità delle decisioni che Comuni, Province e Regioni dovranno prendere mentre costruiscono i bilanci di quest'anno.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 9 di 51
Joomla SEO powered by JoomSEF

Seguici su Facebook

Centro clinico di psicoterapia Arianna-min

Area Riservata Soci

Entra nell'area riservata ai Soci e consulta il materiale pubblicato




dal 16 gennaio 2006

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie Per saperne di più sui cookies leggi la nostra cookies policy.

Accetto i cookies da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information